Una farfalla. Anzi, due.

Ho fotografato il Talento, un giorno, sul mio balcone.

Era una farfalla dorata posata sulla mia pianta di basilico.

È bastato che mi girassi un attimo, per non vederla più. Scomparsa, volata via.

Ho guardato meglio la foto. La farfalla non era sola: erano due, così vicine che le avevo confuse l’una nell’altra. Si sorreggevano a vicenda, così strette che, al primo sguardo, del loro essere due io ho visto uno.

Erano l’una il Talento dell’altra: il Talento che ci sostiene e ci fa aggrappare alla vita, quello che ci fa alzare dal letto per iniziare un lunedì migliore.

Nella vostra vita, quest’oggi, si è posata una farfalla: ci scopriamo soli e, un attimo dopo, non più.