Metti un giorno in Parlamento: è questione di Leadership

Bruxelles, 9 dicembre 2014

La mia prima visita al Parlamento Europeo di Bruxelles non poteva che avvenire così: circondata da colleghi coach, per un evento dedicato alla leadership al femminile, intitolato: “Europa: femminile plurale”.

Questa la mia carrellata degli spunti più notevoli: in diretta dal Parlamento, la casa di tutti i cittadini europei.

 

Che l’eccellenza sappia contaminare anche ciò che eccellenza non è!

La diversità di genere va intesa come veicolo di altre diversità.

(Alessia Mosca – MEP)

 

Le quote di genere sono uno strumento, non un obiettivo.

We can change the world only if the women want to change it.

(Viviane Reding – MEP)

 

Riflettiamo sugli effetti delle quote sulle performance aziendali.

C’è bisogno di role model al femminile!

(Monica Pesce – President PWA Milan and Associate Director VVA Europe)

 

Un aumento delle quote rosa non porta immediatamente a un aumento di donne nel management.

Il carico familiare è ancora troppo sulle spalle delle donne: il ricambio non è pronto.

Uomini e donne insieme fanno crescere il Paese: per un cambiamento culturale, organizzativo e di governance

(Monica Parrella – Executive, Gender Equality Department, Presidency of the Council of Ministers)

 

Le donne sono un valore positivo per la nostra economia.

Occorre ristabilire la competizione su basi più eque.

La relazione tra presenza femminile e performance aziendale è complicata.

(Paola Profeta – Associate Professor of Public Finance, Bocconi University)

 

Scegliere le persone oltre i pregiudizi inconsapevoli.

La mente sceglie male: sceglie chi è simile a noi. Così che nascono le differenze di genere.

Quando nasce il pensiero: “Mi obbligano a scegliere le donne, meglio che le scelga bene”, è da qui che parte il merito e, quando il merito parte, non si ferma più.

Più donne vuol dire più merito.

(Tommaso Arenare, Egon Zehnder)

 

La parola ‘potere’, etimologicamente, significa ‘possibilità’.

La leadership è un senso della possibilità.

(Riccarda Zezza, Piano C, MAAM – Maternity as a master)

 

La leadership al femminile è un modo diverso di ottenere assertività.

Ma è la leadership di ogni donna? No, perché il modello di riferimento è quello maschile.

Esistono modelli maschili che esprimono caratteristiche di leadership al femminile (pensiamo a Barack Obama)

Le leadership può essere insegnata.

‘Cuore’ e ‘concretezza’ sono i tratti fondamentali della nuova leadership al femminile.

(Ciro Imparato – Communication Advisor)

 

A questo link i dettagli dell’evento

 

Comments are closed.